+39 328 9650 490 info@dorianomarcucci.com
Chiamata alle armi: Adunanza delle Marche Orientali – 26/09/2014

Chiamata alle armi: Adunanza delle Marche Orientali – 26/09/2014

Incorreggibili, Irresistibili, Inarrestabili, Illustri Cavalieri, Illustre e Promettente Scudiero, Abile Maestro Calzolaio, Indimenticati Amici, alla comunicazione relativa alla Nostra Adunanza, sono subito pervenute oltre 20 prenotazioni in appena 24ore, in nessun precedente evento era successo qualcosa di simile, e questo senza aver ancora annunciato con la dovuta e meritata solennita’, che il Jamon Iberico tagliato in sala sara’ un Jose’ Carrascos Gran Reserva 36 mesi da 8 kili, con ogni probabilita’ il miglior Jamon Iberico in circolazione, e quindi, che e’ lo stesso dire, per molti Aficionados il miglior prosciutto al mondo.

Ma non e’ tutto.

Il Roast Beef, tributo alla Nostra anglomania manifesta,
sara’ accompagnato da un vino tanto buono quanto difficilmente reperibile ed ormai prossimo “alla estinzione”,
un Aglianico del Vulture che sara’ presentato da colui che ne e’ stato un po’ il padre,
ossia il Nostro Cavaliere potentino Luigi Ianniello,
si tratta del Vigna della Corona annata 2003,
l’ultima disponibile.

Da ultimo il fatto che la realizzazione della Scarpiera del Gentleman,
che almeno per questa prima parte accompagnera’ le Nostre Adunanze per i prossimi 12 anni,
avvenga nelle Marche e non a Milano, Parma o Bologna,
per mano di Doriano Marcucci, Maestro Calzolaio in Montegranaro,
allievo prediletto dello Scomparso,
Indimentica ed Indimenticabile,
Ciabattino Basilio Testella detto “Basi'” padre indiscusso della scarpa fatta a mano “made in Marche”,
deve riempirci di orgoglio,
l’orgoglio che merita il riconoscimento Magistrale di un primato artigianale,
poiche’ di questo si tratta,
della calzoleria Marchigiana.

Non credo di dover aggiungere altro,
come il Martini che Sabato 27 preparera’ il Nostro Rigoroso Cerimoniere Renzetti,
per chiedervi una presenza massiccia,
Virile, Elegante.. Cavalleresca,
tributo all’accoglienza che meritano i tanti nostri fratelli Cavalieri che come mai tanto numerosi’ ci raggiungeranno per partecipare alla IV Adunanza della Prefettura Cavalleresca delle Marche Orientali.
La Nostra Adunanza !!
Numaquam Servavi,
Semper Eadem,

el Prefecto

Un capolavoro per Benedetto XVI

Un capolavoro per Benedetto XVI

Un capolavoro di artigianato, che esprime ad oggi il massimo della qualità ricercata nella scarpa; dalla ricerca dei materiali e delle lavorazioni più pregiate, alla più elevata abilità dell’esecuzione manuale.

Doriano Marcucci artigiano, ma forse la migliore definizione sarebbe Artista, con questa creazione ha superato se stesso e forse ogni altra realizzazione di scarpe mai fatta prima; la cura nei dettagli impeccabile: dalle cuciture alla fibbia personalizzata con lo stemma papale inciso a mano, lo stesso stemma sulla suola colorata di un rosso unico frutto di un lungo lavoro e ricerca, nel tacco sono incise le iniziali del nome di Benedetto XVI, il colore rosso della suola tamponata a mano, contrastato da una cornice nera, danno alla suola un’impronta davvero unica.

La realizzazione rigorosamente artigianale in ogni dettaglio, per un capolavoro di manualità unica, come unica è la personalità alla quale queste scarpe sono dedicate, Benedetto XVI, Doriano da tempo pensava di realizzarle e nel momento in cui ha iniziato a lavorarci il profilo di come dovevano essere fatte è venuto da sé, i materiali, i colori e la combinazione di ogni elemento è stato frutto di un desiderio che ha spinto ad una così importante creazione, possiamo dire molto ben riuscita.

Alcuni hanno fatto notare che questo paio di scarpe per l’importanza, la qualità ed il risultato visivo che ne consegue, dovrebbero essere esposte in un grande museo, a testimonianza del fatto che la manualità e l’arte che queste scarpe riescono ad esprimere è tutt’altro che storia antica; Doriamo Marcucci oggi riesce a stupire con le sue calzature fatte a mano, di questo il Maestro Basilio Testella sicuramente ne sarebbe stato felice.

Pubblicato anche su Fashion Italy

Le calzature per Governare

Le calzature per Governare

Scarpe molto particolari sia nella lavorazione del fondo che nella tamponatura della tomaia eseguite tutte completamente a mano, realizzate da DORIANO MARCUCCI, allievo del grande maestro e ciabattino “BASILIO TESTELLA” in arte “VASI'”; le iniziali “GMS” incise a fuoco stanno per Gian Mario Spacca, Presidente della Regione Marche, che ha voluto fortemente calzare un prodotto di eccellenza artigianale della Regione che Governa!

Per info su queste calzature personalizzate qui.

Micam, racconto fotografico

Micam, racconto fotografico

MILANO – Da questa mattina, con tutte le sue eccellenze, il Distretto Calzaturiero Fermano Maceratese si presenta al Micam Shoevent, il salone mondiale delle calzature al polo fieristico di Rho. In questa importante vetrina internazionale il Distretto proporrà uno spazio di 160 mq, all’interno del quale si svilupperà un intenso programma di eventi ed iniziative. Già ieri nel pomeriggio con lo stand ancora in allestimento, Doriano Marcucci e Mauro Testella, il figlio del “mitico” ed indimenticato Vasì, hanno dato una dimotrazione dell’arte del calzolaio: sono loro l’ideale prosecuzione di ciò che Vasì ha fatto per anni, con grande amore e dedizione. Agli ospiti internazionali, all’interno dello stand, sarà data la possibilità di degustare le prelibatezze enogastronomiche del territorio attraverso un’area accoglienza, nell’ambito della quale saranno organizzate degustazioni con i prodotti delle aziende agroalimentari del Distretto, promosse da Il Timone. Nella “quattro giorni” milanese, inoltre, lo spazio ospiterà una serie di animazioni, performance ed incontri con importanti nomi del giornalismo e dello spettacolo. Grazie all’impegno dell’Istituto d’Arte Preziotti di Fermo, saranno realizzati due un defilé con abiti di stilisti del fermano maceratese e con gioielli realizzati dagli stessi ragazzi. L’iniziativa è promossa dalla Camera di Commercio di Fermo dell’Azienda Speciale “Fermo Promuove” in collaborazione con la Camera di Commercio di Macerata e la sua Azienda Speciale Ex.It, con l’essenziale contributo di Confindustria Fermo, Confindustria Macerata ed Anci. Anche le altre Associazioni di categoria, oltre al Sistema Turistico Marca Fermana,  contribuiranno ad implementare le potenzialità di accoglienza dell’area. L’iniziativa gode del sostegno della Regione Marche, delle Provincie di Fermo e Macerata e del Comune di Fermo, a sottolineare l’importanza di promuovere il territorio in forma congiunta. Con questa operazione, i circa  400 espositori marchigiani presenti al Micam potranno disporre di una “casa comune”, presso la quale condurre partner commerciali, clienti, buyers e giornalisti ai quali mostrare con orgoglio il meglio della propria terra. Il programma di oggi  prevede “Le Marche del Gusto”, assaggio guidato di vini e prodotti tipici del Fermano-Maceratese e la prima, vera, dimotrazione de “L’Arte della Scarpa”, dimotrazione dal vivo di Mauro Testella e Doriano Marcucci.

Il Rotary premia Vasì, mentore di Doriano Marcucci

Il Rotary premia Vasì, mentore di Doriano Marcucci

Il Rotary Club Alto Fermano Sibillini conferisce il prestigioso Premio Paul Harris Fellow al Maestro Basilio Testella, maestro d’arte, uno dei più grandi calzolai conosciuto in tutto il mondo per le sue creazioni.

Grandi nomi hanno hanno avuto ai piedi le calzature create da “Vasì”, dai Reali Inglesi, a Putin, Clinton e Ciampi, solo per citarne alcuni, Doriano Marcucci presente alla premiazione si conferma il suo migliore allievo e prosecutore della sua arte, un grande patrimonio che Doriano da tempo tiene custodito con passione, le sue scarpe ne sono una reale manifestazione.

(Uno speciale ringraziamento al Giornalista Fabio Paci)

Dalla Stampa locale..:

Il Rotary premia Testella, il ciabattino di Clinton

-Servigliano-

IL ROTARY Club Alto Fermano Sibillini ha concluso l’anno conferendo il premio internazionale ‘Paul Harris Fellow’ a Basilio Testella, ma-estro calzolaio di Montegranaro considerato il più grande ciabattino vivente. Si tratta della massima onorificenza rotariana quella consegnata dal presidente del Rotary Marco Montani.

La cerimonia è stata celebrata a Servigliano presso il ristorante ” San Marco” alla presenza dei soci e numerose autorità. Per l’occasione è stata ripercorsa la lunga carriera di Testella, che il 2 giugno ha compiuto 80 anni. ” Testella detto Vasì, è conosciuto in tutto il mondo ha spiegato Marco Montani per decenni ha avuto clienti in Russia, Giappone, Cina, Stati Uniti. Tra i suoi clienti ricordiamo: Clinton, Putin, Ciampi, Cuccia, la famiglia reale d’Inghilterra e di Giordania. Oggi il laboratorio artigianale di Vasì è considerato un museo.

Basilio Testella ha incominciato il mestiere a 8 anni nel 1938, mano d’oro e intelligenza sono gli aspetti che lo contraddistinguono e presto impara a completare tutte le 52 fasi di lavorazione per confezionare una scarpe. Ha insegnato il mestiere agli imprenditori di oggi. In sala era presente Doriano Marcucci il miglior allievo di Vasì in attività a Montegranaro. All’ultimo Micam di Milano, la Camera di Commercio ha voluto caratterizzare il proprio stand con una gigantografia di Basilio Testella che ha catturato la fantasia di giapponesi e australiani si sono fermati ad ammirarla: Ho solo fatto il mio lavoro – commenta Testella – spero che i giovani mantengano alte le nostre tradizioni.

UMILTA’

“Ho solo fatto il mio lavoro spero piuttosto che i giovani mantengono la tradizione”

Vedi articolo cartaceo

Dalla Stampa locale..:

Al ciabattino più apprezzato il premio Paul Harris FellowIl Rotary incorona Vasì Testella

IL RICONOSCIMENTO

Il Rotary Club Alto Fermano Sibillini ha concluso l’annata 2009/2010, gestita dal presidente Marco Montani, conferendo il premio internazionale “Paul Harris Fellow” a Basilio Testella, maestro calzolaio di Montegranaro, considerato a giusta ragione il più grande ciabattino vivente. Si tratta della massima onorificenza rotoriana.

Una serata a tratti anche commovente. Montani ha ripercorso la lunga carriera di Testella, che il 2 giugno scorso ha compiuto 80 anni. “Testella,detto Vasì, è conosciuto in tutto il mondo – ha spiegato in sala Montani-. Per decenni ha avuto clienti in Russia, Giappone, Cina, Stati Uniti. Tra i personaggi che si sono rivolti a lui per apprezzare le qualità di ciabattino ricordiamo: Clinton, Putin, Ciampi, Cuccia, la famiglia reale d’Inghilterra e di Giordania. Oggi il laboratorio artigianale di Vasì è considerato un museo, pregno di odori di cuoio, pelle, cera, pece, corda. Tutti gli utensili sono stati fatti a mano da Testella. Lui si definisce ciabattino e non calzolaio”. Poi il presidente del Rotary Club ha tracciato l’excursus professionale, un curriculum praticamente infinito.

In sala era presente Doriano Marcucci, il miglior allievo di Vasì in attività a Montegranaro. All’ultimo Micam di Milano, la Camera di Commercio ha voluto caratterizzare il proprio stand con una gigantografia (alta 3 metri) di Basilio Testella dove sono emerse maestria, sapienza e manualità: ebbene, anche giapponesi e australiani si sono fermati ad ammirare quella gigantografia, e da ogni parte del mondo hanno riconosciuto Testella. “Un uomo che ha portato il nome del Fermano nei cinque continenti. E’ per questo motivo – ha aggiunto Montani – che il Rotary Club Alto Fermano Sibillini gli conferisce la più alta onorificenza, il Paul Harris Fellow”.

Lui, Vasì, commosso ha ringraziato: ” Ho solo fatto il mio lavoro, spero che i giovani mantengono alte le nostre tradizioni”.

Vedi articolo cartaceo