+39 328 9650 490 info@dorianomarcucci.com
100 Progetti Italiani

100 Progetti Italiani

100 Progetti Italiani

Presentazione del volume e consegna del Premio RĒGULA

Accademia Nazionale di San Luca

Giovedì 31 maggio 2018 alle ore 17:00 presso l’Accademia Nazionale di San Luca sarà presentato al pubblico, per la prima volta e alla presenza dei progettisti pubblicati, delle autorità e della stampa, il volume 100 Progetti Italiani (Riccardo Dell’Anna Editore). In tale occasione sarà anche consegnato il Premio RĒGULA, riconoscimento simbolico che sarà conferito a 10 progetti tra tutti quelli pubblicati sul volume, rappresentativi di un’eccellenza tecnica e professionale in 10 differenti ambiti.

Utilizzando la qualità dei progetti come unico criterio di selezione, il curatore del volume, l’Architetto Franco Bulgherini, in stretta collaborazione con lo staff della redazione della casa editrice, ha analizzato opere derivanti da restauro, recupero e riqualificazione; opere di interesse pubblico e infrastrutture; architettura ecosostenibile ed innovazione ed architettura residenziale; senza trascurare musei ed architettura sacra. Interessante è stata la ricerca relativa all’edilizia antisismica e post sisma. Non potevano certo mancare nella nostra analisi building e retail; interior e design; oltre che l’affascinante panorama di hotels, SPA e ristorazione. Infine, la straordinaria novità di questa edizione: fermamente voluto dall’editore, da sempre attento alle nuove forme in cui la genialità si
manifesta, l’inserimento di progetti dedicati a giovani e promettenti talenti.

100 Progetti Italiani

A sovrintendere la scelta dei meritevoli destinatari del premio sarà un Comitato d’Onore, presieduto dall’Ing. MASSIMO SESSA, Presidente Generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e composto da: Prof. CARLO DOGLIONI, Presidente INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia); Arch. GIUSEPPE CAPPOCHIN, Presidente CNAPPC (Consiglio Nazionale Architetti Paesaggisti, Pianificatori e conservatori); Arch. FEDERICA GALLONI, Direttore Generale MiBact di Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane; Dott.ssa MARIA CARMELA GIARRATANO, Direttore Generale Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Ing. ANDREA MARGARITELLI, Presidente IN/ARCH (Istituto Nazionale di Architettura; Prof. FRANCESCO MOSCHINI, Segretario Generale Accademia Nazionale di San Luca; Dott. EMANUELE ORSINI, Presidente di FEDERLEGNO – ARREDO; Arch. ROBERTA VITALE, Presidente Giovani ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili); Ing. ARMANDO ZAMBRANO, Presidente CNI (Consiglio Nazionale Ingegneri).

100 Progetti ItalianiIn occasione della presentazione i membri del Comitato d’Onore saranno coinvolti al tavolo dei relatori per mettere in luce le virtù dell’identità italiana in fatto di progettazione, coordinati dalla giornalista e conduttrice Alda D’Eusanio.

«Il Premio RĒGULA è la naturale estensione del volume 100 Progetti Italiani; si tratta, infatti, di un riconoscimento assegnato al lavoro che ha mostrato le diverse sfaccettature del talento di chi lo ha progettato e che ha dato un contributo significativo al rafforzamento della superiorità italiana di questo settore», spiega l’editore Riccardo Dell’Anna, che interverrà in apertura dell’evento con i saluti e i ringraziamenti di rito. L’evento ha il Patrocinio di: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Istituto Nazionale di Architettura, FederlegnoArredo, Associazione Nazionale Costruttori Edili. Official partner: Xeos

 

Partner delle 100 Eccellenze 2017

Partner delle 100 Eccellenze 2017

Doriano Marcucci ancora una volta premiato per la qualità, originalità e manifattura tra le 100 Eccellenze Italiane.

Per vedere le immagini scarica il PDF qui.

30 e lode con Doriano Marcucci

30 e lode con Doriamo Marcucci

IL FILO DI VENERE

“Vista dai giovani, la vita è un avvenire infinitamente lungo. Vista dai vecchi, un passato molto breve.”
(Arthur Schopenhauer)

Rubo questa frase al grande filosofo tedesco per ringraziare Tanya e Silvio, i due giovani laureati che hanno voluto conoscermi e scrivere una tesi sul mio lavoro, per augurare a loro un avvenire infinitamente lungo e ricco di scoperte con la stessa curiosità che li ha spinti a realizzare questa ricerca.

Non ci sarà futuro e innovazione senza la curiosità delle nuove generazioni. La loro passione riempie di gioia chi, come me, può aiutarli a ripartire dall’arte dei “vecchi mestieri” per scoprire le nuove frontiere del Made in Italy.

Link: https://goo.gl/M1TE6b


Comunicare e valorizzare il saper fare marchigiano

“Il Filo di Venere” è il titolo del progetto di due studenti di Disegno Industriale ed Ambientale di Ascoli Piceno conclusosi il 23/03/2017 con un esame da 30 e lode.

I due studenti UNICAM, Silvio Pompei e Tanya Valori, sono entrati in bottega a trasformare Doriano Marcucci nel loro caso studio.

Il loro corso di “Design per la comunicazione” si è posto l’obiettivo di produrre video e dossier di ricerca con l’intento di valorizzare al meglio l’eccellenza del saper fare marchigiano attraverso la scoperta di qualità uniche o latenti degli artigiani selezionati dagli studenti.

In seguito ad una accurata ricerca il nome di Doriano Marcucci è emerso come eccellenza italiana nel settore delle scarpe fatte a mano nonché unico artigiano attivo nella realizzazione, interamente a mano, di scarpe gioiello da uomo.

L’attenzione, rivolta inizialmente sulle scarpe gioiello, si è spostata poi alla sua particolare ed inusuale unicità poiché pensata e realizzata esclusivamente da Doriano: l’introduzione del rame nella costruzione della treccia norvegese.

Per esaltare e valorizzare al meglio il filo di rame utilizzato per le scarpe di Doriano, hanno svolto una approfondita ricerca sul materiale stesso e, da tale ricerca, è emerso che il rame, oltre ad essere un materiale dalle buone prestazioni è anche strettamente legato alla figura mitologica di Venere.

Il simbolo biologico della donna (il cerchio con una croce in basso) prende il nome di “specchio di Venere” poiché è la raffigurazione stilizzata della mano della dea che sorregge uno specchio. Il simbolo in questione è lo stesso usato un tempo dagli alchimisti per indicare il rame e questo perchè, secondo la leggenda, la dea nacque dalle acque dell’isola di Cipro. In antichità grandi quantità di rame venivano infatti estratte da quest’isola, in latino chiamata Cyprum da cui derivò Cuprum ed infine il simbolo Cu (oggi usato ad indicare il rame nella tavola periodica degli elementi).

Una pura coincidenza avvicina dunque tale figura mitologica a Doriano quasi fosse essa stessa la dea ispiratrice di quell’amore, di bellezza ed arte che egli inserisce in ogni sua creazione. Il filo di rame per la norvegese di Doriano diventa così il filo di Venere.

E’ proprio questo il concept sviluppato ed espresso, in maniera più o meno latente, nell’elaborato audiovisivo. Invece il dossier assume le sembianze di una rivista, oggetto estrapolato dal video stesso, che ha come obiettivo quello di raccontare in maniera più ampia e completa la figura di Doriano e l’eccellenza del suo operato.

100 Progetti Italiani

100 Progetti Italiani

100 Progetti Italiani,

premiazione tenutasi a Roma il 4 di maggio nel prestigioso Salone d’Onore dell’Accademia Nazionale di San Luca.